MONITORARE LA GESTIONE

Controllo PMI Monitorare Gestione

L’analisi periodica dei risultati consente di verificare il grado di raggiungimento degli obiettivi e di predisporre tempestivamente le necessarie azioni correttive.

Sistema di Budget e Reporting: rappresenta il principale strumento di analisi per il monitoraggio degli andamenti aziendali.
La verifica periodica dei risultati conseguiti rispetto alle previsioni consente infatti di identificare tempestivamente le aree bisognose di intervento e di predisporre le necessarie azioni correttive, in modo da non pregiudicare il conseguimento degli obiettivi fissati dal budget.
Il sistema, che integra fonti contabili ed extracontabili, elabora i dati in accordo a procedure definite e costanti nel tempo, certificandone correttezza, comparabilità ed unicità.
Il reporting è strutturato a più livelli (società, divisione, prodotto etc.) ed indaga contemporaneamente gli aspetti economici, finanziari e patrimoniali, fornendo così un quadro di insieme dell’andamento aziendale: la base della piattaforma è la contabilità analitica, adeguatamente arricchita dai dati quantitativi delle aree produzione, vendite, personale ecc..

Progettiamo e realizziamo sistemi di controllo di gestione su misura per ogni singolo cliente, poiché ogni impresa possiede caratteristiche e peculiarità che ne fanno una combinazione unica in termini di dimensioni, struttura, mercati e tecnologia: forma e contenuto del reporting vengono plasmati su queste caratteristiche, in modo da rispondere adeguatamente alle necessità informative della proprietà e costituendo un valido supporto alle decisioni del management.
Solitamente l’attenzione privilegia gli aspetti economici, prevedendo l’elaborazione mensile di una serie di conti economici e dei principali KPI finanziari e di processo; su base trimestrale o semestrale si considerano le variazioni patrimoniali e si elabora il rendiconto finanziario.
La reportistica, disponibile in formato elettronico, alimenta un database aziendale a disposizione di manager e quadri e può essere utilizzata per proiezioni ed analisi: la distribuzione dei prospetti e l’accesso al database saranno naturalmente segmentati in funzione dei livelli gerarchici e delle responsabilità, in accordo a modalità ed autorizzazioni definite dal cliente.

Analisi delle variazioni: inclusa nel reporting a livello analitico in tutti gli schemi di conto economico, misura le differenze tra i valori consuntivi, quelli previsti dal budget e quelli conseguiti nell’esercizio precedente. 
L’analisi evidenzia la performance economica della singola linea di costo/ricavo, e rende possibile identificare sul nascere eventuali criticità che andranno attentamente indagate: per ogni trend negativo andrà definita un’opportuna azione di feedback – la cui efficacia deve essere monitorata periodicamente – al fine di gestire la criticità sino alla sua completa eliminazione.

Analisi dei margini: conoscere l’apporto di divisioni e prodotti al risultato complessivo della società è uno degli obiettivi fondamentali del controllo di gestione: solo l’analisi dettagliata dei risultati delle singole aree, infatti, permette di ottimizzare in pieno il sistema azienda massimizzandone i risultati.
Un primo livello di analisi dei margini è già presente nei conti economici del reporting consuntivo che, se opportunamente dettagliato a livello di divisione e linea prodotto, evidenzia le differenze di marginalità tra i singoli elementi; ulteriori viste (per canale di vendita, per mercato) riconsiderano le stesse grandezze fornendo ulteriori informazioni utili alla piena comprensione del business.
Considerando l’aspetto della produzione, lo step successivo è quello di scendere a livello di prodotto, lotto o commessa: in questo caso è però necessario disporre di una contabilità industriale molto dettagliata, attivando i processi di ripartizione dei costi comuni e di ribaltamento dei costi dei centri di servizio.Per le aziende che operano su commessa, la verifica del margine necessita anche di una periodica valutazione del work in progress.  

Analisi del fatturato: il fatturato è uno dei parametri che va monitorato con maggior attenzione ogni mese.
Alimentando uno specifico e dettagliato database, si può derivare una serie di prospetti che evidenziano a vari livelli l’andamento per cliente, prodotto e mercato: ogni aggregato considerato rilevante può essere confrontato con la relativa posta di budget, mettendo in risalto i maggiori o minori ricavi rispetto alle previsioni.
Aggiungendo ai valori consuntivi del fatturato quelli del budget si aggiorna la previsione di chiusura dell’esercizio, che può ispirare variazioni nella politica di vendita.

Devi implementareottimizzareesternalizzare il controllo di gestione?

    Controllo PMI

    Etiam magna arcu, ullamcorper ut pulvinar et, ornare sit amet ligula. Aliquam vitae bibendum lorem. Cras id dui lectus. Pellentesque nec felis tristique urna lacinia sollicitudin ac ac ex. Maecenas mattis faucibus condimentum. Curabitur imperdiet felis at est posuere bibendum. Sed quis nulla tellus.

    ADDRESS

    63739 street lorem ipsum City, Country

    PHONE

    +12 (0) 345 678 9

    EMAIL

    info@company.com